Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Domenica 9 Giugno 2019

LE2C entra nella piattaforma europea Water Smart Territories

Lombardy Energy Cleantech Cluster supporterà Regione Lombardia all'interno dell'area tematica Water Smart Territories per la strategia S3, la piattaforma europea che riunisce esperti ed enti con competenze e responsabilità nella gestione dei programmi d'innovazione regionale.

L'obiettivo principale dell’area tematica Water Smart Territories  è quello di rafforzare la capacità di innovazione delle regioni europee al fine di facilitare nuovi investimenti e nuove tecnologie per la gestione sostenibile delle risorse idriche da parte dei cluster negli ecosistemi regionali.

La collaborazione tra le regioni partner e i cluster regionali del progetto nasce per rispondere alle sfide del settore idrico attraverso soluzioni tecnologiche avanzate e per affrontare le esigenze dei territori idrici e della società europea. In questo modo si permette lo sviluppo di tecnologie e servizi innovativi, stimolando la cooperazione regionale e il dialogo industriale.

Sono state identificate le seguenti quattro Aree di collaborazione:

  • Potenziare l'infrastruttura resiliente. Inquinanti persistenti ed emergenti, perdite d'acqua e risorse scarse devono essere affrontati attraverso una combinazione di soluzioni innovative, aprendo il tradizionale settore idrico a nuove tecnologie che introducono efficienza e produttività nella gestione delle risorse idriche;

  • Digitalizzazione. L'industria 4.0 offre anche molte opportunità per lo sviluppo economico nel settore idrico. Business intelligence, big data (acquisition e management), sensori, robotica, realtà virtuale sono nuovi elementi che potrebbero facilitare la gestione dell'acqua per diversi utenti e in diversi usi dell'acqua;
  • Economia circolare: introduce un nuovo paradigma per le attuali tecnologie idriche. Il recupero delle risorse, la valorizzazione dei fanghi, il riutilizzo dell'acqua, l'efficienza energetica e la produzione sono il nuovo paradigma che dovrebbe essere preso in considerazione nei piani di gestione delle acque;

  • Abilitare la governance multistakeholder, poiché l'acqua dovrebbe essere gestita in base ai molteplici utenti: agricoltura, consumatori di acqua urbana e industriale che devono osservare requisiti diversi e gestire una risorsa comune e unica. Ad esempio, i piccoli comuni si trovano ad affrontare sfide supplementari come l'invecchiamento e la dispersione della popolazione e la bassa produttività che rischia il futuro sviluppo economico.

Visita la pagina della Industrial Modernisation Thematic Platform - Water Smart Territories

Sei interessato a questi temi e vuoi essere coinvolto nei Gruppi di Lavoro? Scrivi a

Smart Energy
Systems

Sustainable
Manufacturing

Green
Building

Water Energy
Nexus

Clean
Air

Circular
Economy